Cala Goloritzè

Luogo: Baunei

Acqua: Profonda

Parcheggio: Gratuito ma Sentiero a pagamento (costo 6 euro)

Servizi: NO

Sabbia: piccoli ciottoli bianchi

Avete presente quando dopo ore e ore di camminata in montagna arrivate in vetta e finalmente vi precipitate in uno dei gelidi torrenti presenti per rinfrescarvi un po’? Ecco Cala Goloritzè ci ricorda subito questa piacevole sensazione, con un beneficio in più: anzi che doversi arrampicare in salita, qui è tutta discesa, 470 metri di dislivello giù fino al mare.

Partendo dal Golgo (l’altopiano di Baunei) si scende a piedi seguendo il sentiero e in un’oretta circa si raggiunge una delle più belle spiagge della Sardegna.

Divenuta Monumento Naturale Nazionale negli anni ‘90, è protetta dall’inquinamento e dalla presenza dell’uomo: è possibile arrivarci solo via terra e la navigazione è proibita nello specchio d’acqua circostante con qualsiasi tipo di imbarcazione.

Per raggiungerla è richiesto dall’Associazione “Costa di Baunei” un contributo di 6,00 €. Tale importo non è per l’accesso alle spiagge ma serve a migliorare la qualità dei servizi che si intendono offrire, quali l’assistenza sulle spiagge, attracchi sempre più agevoli e sicuri per i turisti, la pulizia degli arenili e la loro tutela e conservazione nel tempo.

I padroni di casa qui sono l’Aguglia a Tramontana, uno sperone calcareo ambito dai climber di tutto il mondo, e l’arco naturale che si apre sul lato destro della baia. Inoltre in un anfratto tra le rocce all’interno della spiaggia è presente una sorgente d’acqua dolce che dal sottosuolo sfocia in mare.